logo

note informative a cura del dott. Ettore B. Florio

E' un prodotto per uso professionale e quindi prescrivibile dal medico per uso ambulatoriale e non dispensabile al paziente.

La soluzione di Jessner va inquadrata fra i peeling professionali di media profondità e necessità nell'applicazione di un medico esperto.

Si tratta di una miscela di Acido Lattico e Resorcina in Alcool Puro 96° che viene prescritta dal medico sotto forma di preparazione magistrale.

Il peeling mediante soluzione Jessner è indicato per un danno cutaneo un poco più importante di quello che può essere risolto con un semplice peeling agli alfa-idrossi acidi (es. peeling all'acido Glicolico, Piruvico, etc.).

INDICAZIONI: macchie cutanee, iniziale avvizzimento della pelle, piccole rughe superficiali.

MODALITA’: essendo costituito da una concentrazione predefinita, la profondità per questo peeling è determinata dagli strati che vengono applicati sulla zona da trattare.

Con la soluzione di Jessner possono essere raggiunti 3 livelli di profondità:


il primo, che generalmente si ottiene con 1 strato di soluzione, determina un lieve arrossamento, senza particolare disagio per il paziente, e crea solo una desquamazione nelle 48-72 ore seguenti;


-  il secondo livello può essere raggiunto con 2 o 3 strati di peeling. Si assiste ad un maggior eritema con la comparsa di qualche punto bianco. La cute apparirà rosso-bruna nelle successive 48 ore, quindi desquamerà per altri 2-4 giorni;


il terzo livello, ottenibile con 3-4 strati di soluzione, presenta un eritema più intenso e un franco frost. Il periodo di guarigione è simile al livello 2 ma con maggiore desquamazione.

 E’ molto importante ricordare che occorrono normalmente dai 4 ai 6 minuti prima che la cute mostri una reazione al caustico applicato. Quindi è buona norma attendere questo intervallo di tempo prima di applicare ulteriori strati di peeling.

 È fondamentale ricordare la possibile tossicità della soluzione di Jessner, per la precisione di 2 dei 3 prodotti chimici che la costituiscono: la resorcina (che può anche dare reazioni allergiche) e l’acido salicilico. Poiché la tossicità è direttamente proporzionale alla quantità assorbita e quindi all'area complessiva delle zone trattate, è sufficiente mantenersi entro i limiti di sicurezza per non andare incontro a questa complicanza (per esempio trattando simultaneamente viso, collo e décolleté, ma non anche braccia e gambe). È comunque buona norma consigliare agli utenti di bere 1-2 litri d'acqua nelle 12 ore seguenti il peeling. Il bruciore, durante l’applicazione, è di norma più che sopportabile, ma viene ulteriormente ridotto con l’uso di un piccolo ventilatore, che attenua la sensazione di calore.
Dopo l’applicazione può presentarsi un modesto eritema che scompare in poche ore.
Non si ha mai sanguinamento o croste. Tendenzialmente dal terzo al sesto/decimo giorno si ha una modesta, e continua desquamazione,  con piccole pellicine bianche, o un poco pigmentate, che si devono rimuovere due volte al giorno con un po’ di crema idratante. più sarà importante la desquamazione e più sarà interessante il risultato.
E’ fondamentale, inoltre, che non si strappino le pellicine. Devono cadere da sole o con un gentile massaggio. Non si devono adoperare docce forti, creme peeling o massaggi troppo aggressivi perchè questo potrebbe causare una cicatrice sulla cute.
Per tutto il periodo della desquamazione è consigliabile usare della crema idratante più volte al giorno, quando si avverte la pelle tirare. In questo non vi è alcuna restrizione. Ci si può truccare senza limitazioni, anche se è meglio usare un fondotinta che non contenga metalli pesanti. Non è di norma sufficiente una sola seduta, ma saranno necessari più trattamenti dipendenti dal diverso grado di invecchiamento cutaneo.

 

MODALITA' PRESCRITTIVE

La soluzione di Jessner si prepara il laboratorio come prodotto magistrale per uso professionale dietro prescrizione medica.