logo

note informative a cura del dott. Ettore B. Florio

Il clobetasol è un cortisonico, analogo del prednisolone, dotato di elevata attività antiinfiammatoria e immunosoppressiva e di modesta attività mineralcorticoide.
E’ usato per via topica nel trattamento di malattie cutanee sensibili ai corticosteroidi.
L'assorbimento percutaneo del farmaco dipende da fattori individuali e dal tipo di veicolo impiegato; aumenta in caso di bendaggio occlusivo e in presenza di cute infiammata o di malattie che alterano la barriera epidermica.

EFFETTI COLLATERALI

Sono quelli tipici dei corticosteroidi per uso topico e compaiono dopo somministrazioni prolungate. Essi comprendono: ipopigmentazione, strie, assottigliamento della cute.

Non prolungare il trattamento oltre il periodo indicato dal medico.

CONTROINDICAZIONI E PRECAUZIONI D'USO

Il clobetasol propionato è controindicato in caso di ipersensibilità nota. Salva diversa indicazione medica, non deve essere impiegato qualora siano presenti infezioni virali, micotiche e batteriche della cute, acne rosacea, acne vulgaris, dermatite periorale e ulcere cutanee. Si deve evitare l'uso del farmaco nelle dermatosi, dermatiti e eruzioni da pannolino nei bambini di età inferiore a un anno.
In gravidanza il farmaco dovrebbe essere usato solo in caso di effettiva necessità, sotto controllo medico e per periodi brevi.
Durante l'applicazione perioculare si deve evitare che il farmaco venga a contatto con gli occhi. Se il farmaco è applicato su superfici cutanee molto estese, in particolare usando il bendaggio occlusivo, si dovrà prevedere un maggior assorbimento sistemico. In caso di concomitante infezione cutanea sarà necessario istituire un'appropriata terapia antibatterica o antimicotica.

Spesso viene prescritto in lozioni magistrali in sinergia con altri principi attivi anche nella cura dell'alopecia.

MODALITA' PRESCRITTIVE

Prescrizione medica ripetibile 10 volte in 6 mesi.

L'associazione con altri farmaci potrebbe richiedere la prescrizione medica non ripetibile.